Eh sì! Bentornata magica!!



Eh sì caro Antonio, è proprio il caso di dirlo, bentornata magica Roma. Nonostante la pochezza dell'avversario, nonostante il campaccio da oratorio, i giallorossi sono sembrati in ottima forma. Soprattutto è tornata la concentrazione, si sono viste poche pause (quelle che l'anno scorso duravano 80 minuti), ed è tornata la grinta. Che bello questo vocabolo. GGGrrrrinta!!! Quella che mi dicevano dovessi avere da bambino, quando solcavo i campi e affidavo le giocate più al mio estro che alla fatica della corsa e al rischio del contrasto. Bravi tutti. Perfino Perrotta che, fra gli 11, è quello che continua a mostrare dei limiti inverecondi (ma del resto Dacourt è acciaccato - come al solito - e Aquilani è ancora un corpo in fieri). Su tutti però, permettete che nomini Amantino, lui, il piccolo, si fa per dire, grande Mancini. Un talento ritrovato, giocate da svenimento, da salsa gialloverde e giallorossa. Un magnifico gol regolare annullato, un altro di rapina, un palo. Che volete, che faccia il Totti? No, troppo, poi il capitano non glielo permetterebbe. A proposito, se vi siete persi il colpo di tacco con cui il Capitano al primo tempo ha eluso, davanti alla sua difesa, due avversari, dando la palla a Taddei (credo), bè... cercate di rimediare. Non le fa nessuno, forse nel mondo, quelle cose.

p.s. Il pensiero però va sempre al pibe de Bari Vecchia. Non si può vedere Antonio in panchina con quella faccia. Dicono che la mamma tutti i giorni prega, nel suo giardino nella villa di Casal Palocco (dove ha accroccato un altarino con la madonna!). Anto'... facce o miracolo... firma... per amor della madonna!!!!

Adriano Angelini

2 commenti:

Antonio Sofia ha detto...

bella adria'..anche la foto :-)

A.

momyone ha detto...

quella dell'altarino è una vera chicca!!! ;*)