Polsen l'irriducibile

Vi ricordate quando all'europeo Il Capitano venne crocifisso perché osò sputare addosso al signor Polsen? Tutte le telecamere ipocrite immortalarono per giorni e giorni il deplorevole accadimento, squalifica esemplare, accuse a non finire. I danesi, bontà loro, dipinti come al solito come signorini beneducati intrisi di fair play imbattutisi in questo bruto e schifoso romanaccio. Bene. Ieri sera c'è stata la partita di Champions, Shalke 04-Milan. Il signor Polsen ha marcato Kakà, il modello di Armani, Kakà. Improvvisamente, tutta la stampa ipocrita italidiota padana si è scagliata contro questo mostro vichingo che ha osato deturpare le cavigliucce dorate del campioncino. Addirittura Ancelotti, Seedorf, Costacurta sono insorti, minacciando il cattivo Polsen, promettendo una resa dei conti negli spogliatoi in puro stile far west. L'allenatore del Milan nientepopodimeno giustificando Totti e andando anche oltre il gesto dello sputo (Seedorf ha detto, testuale: questo lo ammazzerei!!!). Anche Bruno Longhi, bontà sua, in telecronaca diretta ha osato dire che, se certo lo sputo di Totti non era da giustificare, però, forza! Questo Polsen andava fermato in qualche modo. Insomma ci voleva il faccino delicatino di Kakino per fare, in qualche modo, giustizia al Capitano. Mamma mia... quanto siamo tristi, vero Galliani???!!!

3 commenti:

Antonio Sofia ha detto...

da inorridire.
eppure io sono convinto come allora che lo sputo sia un falso di prospettiva.

A.

adriano ha detto...

eh eh bella questa!!!!

momyone ha detto...

Uno sputo è per sempre... non era così?
Ma dove sono finiti i tempi in cui si picchiavano da signori veri, calcioni e sgambettoni quando l'arbitro è voltato. E furor di popolo e polemiche da bar e insulti! Io proporrei di eliminare definitivamente la prova tv e di tornare indietro. E magari aggiungere un paio di leoni sulle fasce... per velocizzare il gioco.

Scherzi a parte, ricomincia il far-west? Ma gli arbitri cosa cavolo ci stanno a fare in campo?

Che poi il povero, piccolo, dolce Kakà si meriti tutti i calci negli stinchi del mondo è tutta un'altra, interistissima quanto antisportiva, storia. Buona domenica a tutti. ;*)