Eminem/Nemico


Like toy soldier.

Il giorno prima.
Arruolati, nervosi, infamati.
Rabbia, voglia di spaccare. Tutto.
In pezzi. Le facce. In pezzi. Le ossa.

Si
va.
No.
ancora. no.

Domani ricordo domani.
Il giorno delle più ubriache sonnolenze
colori banalmente familiari
come il nome di dio
imparato
presto
prestissimo.

E ci saranno i buoni e ci saranno i cattivi
ovale
lo stadio conterrà entrambi
uovo pieno
pieno uovo
di contraddizioni
chi ama chi
chi odia chi
chi ammazza cosa
oggettivo impaziente l'immagine dell'occhio che spacca
le facce
le ossa.

A volte.
domani.

A volte
domani
è un giorno
pesto
livido
amaro di notturno
pelle
trascinata
su pelle
trascinata
su pece
trascinata
fino a esser
nera
la pelle del cielo.

Quando un calcio di inizio
porterà movimenti
movimenti
di facce
di ossa
movi menti
di facce e di ossa

like toy soldiers

come soldatini giocattolo

noi

loro

e in mezzo

rabbia.

rabbia del precario
rabbia del segnato

tempo della rabbia
tempo

90, 89, 88

fino a zero

quando
ogni attesa sarà

solo
speranza assonnata.

Domani.

l'anno scorso
una mano schifosa
mente una mano

innalzava effigi di
autocastrazione
che se non sai
amare
se non sai amare
tagli

tagli

domani
l'anno scorso

ci si regalò falsi sudori
leccati
leccati dalla vergogna
una
volgare
stretta

di mano
se non sai odi / a / re
tagli
tagli

like toy soldiers

come soldati giocattolo

ritmo

tremo

arruolato nervoso infamato
rabbia, voglia di spaccare
tutto
tutto è il tuo nemico
tutto
da fare in pezzi.

Colori per tenersi incollati
all'impronta di un nome
per sapere
chi sei
soldatino
di plastica
soldatino
giocattolo
uguale
uguale
a tutti gli altri uguale.

nemico.

A.

Nessun commento: