Il colore dei soldi (è degli orizzonti)


Milanjuvetreauno.
Il campionato
è riaperto.
Eh sì.
Signora mia
siamo sotto al cielo.

Quello che si deduce dalla classifica è
che.
Chi aveva denaro da spendere
sta raccogliendo i primi frutti.
Subito.
Ora.

Curiosa questa storia del denaro.
A volte non funziona.
Sono tante le squadre costruite coi soldi e che raccolgono poco.

Troppo poco. Troppo facile. Nominare l'Inter. O la Roma per certi versi - se si pensa che Totti gli è nato in grembo..

Se fosse.
Una conditio sine qua non, il denaro.
Condizione necessaria e non sufficente direbbe un matematico.

Ma dov'è il discriminante, cosa rende un investimento globalmente efficace o
potenziale oggetto di sberleffo (non me ne voglia il Moratti way of buy).
Quale
la maestria che forma l'oro
in coppe pregiate l'oro
e aggiunge oro
all'oro..

ori. allori.
desiderata dei più.
ricchi.

Ricchi per desiderare dunque,
ma cosa
cosa per essere?

Mi rispondo. Provo.

Che sia l'entusiasmo, o pur soltanto la serenità, di uno stipendio certo, di una progettazione limpida e ambiziosa,
di una gestione societaria trasparente e unita nella persecuzione degli obiettivi.
O che sia forse l'allenatore, Frida, Picasso, Geppetto a seconda
dell'opera, del materiale
dell'ispirazione. Scultore dal pregio ad secula seculorum.
O che sia il tifo, quello unico di questo stadio o di quell'altro, tutti unici tutti passionali tutti meritevoli di un grazie che sa di potere.
ricambiare.
le offese ricevute.

Perchè partiamo dal punto fermo: coi soldi, i calciatori bravi ci sono.

Sembra che dunque Fiorentina, Milan e Juve abbiano i soldi per i calciatori bravi ma anche qualcos'altro che le rende al momento più forti, distanti.
dal resto. del resto.

Gli altri guardano.
Si guardano per capire. Cosa c'è. Come fare.

C'è chi cerca i soldi e ha il tifo: si guarda allo specchio e si scopre brutto.
C'è chi ha i soldi e il tifo: si guarda allo specchio e si vede un assassino. alle spalle.
C'è chi allo specchio si vede bello e non ha i soldi e non ha il tifo.
C'è chi si vede bello allo specchio e ha o i soldi o il tifo, e con l'uno prova a guadagnarsi l'altro. A comprarsi l'altro.

Gli altri.
Guardano Miln e Juve. E Fiorentina.
Dal basso guardano, almeno per ora.
Che gli ingredienti son tanti, ma alcuni sono più ingredienti degli altri.

Perchè partiamo dal punto fermo: coi soldi, i calciatori bravi ci sono.

Intanto la Roma vince ancora
questo mi rimane da dire
e io
che so bene dov'è la mia passione
e a chi affida il proprio cuore

spero in orizzonti
tersi
diversi
orizzonti.

Bentornato Damiano Tommasi.

A.

Nessun commento: