Invincibile (del Potere)

Invincibili.
Sono invincibili.

L'arroganza, la superbia, la forza pura.
Il Potere (essere invincibile)
è Dolore.

Dolore di non potere essere invincibile
dolore di subire
violazione
delle possibilità pari

che si chiedono
al cielo

si chiede
al cielo

con energia e speranza
ai desideri

ossigeno.

Il dolore di essere vincibili,
e vinti,
è giallo, rosso, blu.
Viola.
Il profumo della pelle che brucia è
il monito.
Della finitudine.

La trasmissione ai nervi,
l'immediata trasmissione
di un informazione
è il bisogno di ritrarsi.
Dal fuoco.
Ma legate
mani
legati i piedi
il corpo brucia.
E può solo urlare
pietà al potente.

combustione.

Dinanzi allo spettacolo il Potente
non ha da difendersi
non ha da aggredire.
Rimane.
Potente.

Non è atto il Potere.
Non si consuma nel gesto.
Rimane Potere.
Essere.

Invincibile.

E il vinto guardando
il Potere (essere invincibile) che guarda
desidera
tremenda mente
non la salvezza dalla morte incipiente
bensì di essere

spettatore a sua volta.

fiorentinajuveunoadue.

A.

Nessun commento: