Così cominciava la festa...


Come sabato prevedevo, Lucarelli ha dato ennesima dimostrazione del suo attuale livello tecnico.
Se Lippi non lo porta ai Mondiali non credo si possa parlare di scelta esclusivamente tecnica.

L'Inter. Eh sì che dovevano spaccare il mondo.
Qualcosa è cambiato, recitava Nicholson. No, il problema dei nerazzurri è che invece non cambia mai nulla.
Insistere sull'insipienza del suo allenatore, quando il suo patron continua a tesserne le lodi, mi pare ingrato. L'impressione è la solita. Alla Beneamata piace. Perdere.

Dida si fa gol da solo, sabato. Buffon compare più in salotto che in campo.

La Lazio segna un gol in fuorigioco clamoroso. Non è il primo, a memoria.
Ma se di fronte c'è l'Ascoli si può star zitti. Tutti.
Stessa cosa il Milan col Parma. Berretta suggerisce a Dio investiture ferine e invita la tifoseria del Diavolo a prestazioni sodomite. Non male.

La Roma vince a Treviso, molti tifosi rimpiangono la loro stessa soddisfazione.
La memoria può essere un peso. Un cappotto indossato anche a Primavera.
Spalletti sta lavorando. E non è poco, nè scontato. Sta lavorando bene. E questo può diventare clamoroso, visti i recenti predecessori.
Francesco Totti si incarica di reggere tutto il peso dell'attacco giallorosso. Ma d'altra parte non sa fare altro. Neanche sputar veleno sulle gramigne oramai stese al sole; a far polvere per i venti, le gramigne.

La Juve. Insomma che dire. Controllando Finanza e Mercato, sembra possa fare anche a meno del doping. Inquieta il volto disteso di Capello e Moggi, spaventa la statura di Giraudo -temo oramai superi i tre metri.

Berlusconi pensa bene di intervenire al Processo del Lunedì, dirottando il Milan sulla Champion's. E bofonchia parol gentili per Cassano Antonio, frequentatore dei migliori tavoli capitolini. Ha saputo mangiare tanto, Cassano, si vede. Si era inventato calciatore, poi ha dedicato la sua vita a mangiare.
Anche Berlusconi, ologramma econopatico in salsa di garofani, ha dedicato la sua vita a mangiare. Dopo aver iniziato come cantante: si sa, le migliori amicizie nascono a tavola.

Champagne per brindare a un incontro
con te che già eri di un altro
ricordi c'era stato un invito
stasera si va tutti a casa mia.

Così cominciava la festa
e già ti girava la testa
per me non contavano gli altri
seguivo con lo sguardo solo te.

Se vuoi ti accompagno se vuoi
la scusa più banale per rimanere soli io e te
e poi gettare via i perché amarti come sei
la prima volta l'ultima.

Champagne per un dolce segreto
per noi un amore proibito
ormai resta solo un bicchiere
ed un ricordo da gettare via.

Lo so mi guardate lo so
mi sembra una pazzia
brindare solo senza compagnia
ma io, io devo festeggiare
la fine di un amore
cameriere champagne...

Al bar dello sport oggi si brinda.
Senza particolari motivi.
Provate a fermarci.
Olè.

A.

Nessun commento: