Domenica infinita



E' sera.

Toni è tornato a segnare e il suo secondo gol mi ha davvero impressionato.
Complimenti.
A Livorno, scippo arbitrale a parte, Lucarelli spreca una ghiotta occasione.
E nella gara tra i bomber per il Mondiale che sarà il fiorentino legittima una posizione di assoluto, e difficilmente sovvertibile, privilegio.

Intanto anche Del Piero con un'ottima prestazione in Coppa Italia contro i viola,
bissata da una spettacolare realizzazione al volo di quest'oggi,
si merità un plauso.
Indossa la maglia sbagliata il vecchio Alessandro. Una maglia antipatica, ostile,
storicamente investita di un potere che schiaccia in primis chi la indossa.
Bene per una volta, forse anche per una solidarietà implicita ai suoi rancori capelliani,
il mio bravo che sa di pacca sulla spalle. E ancora.
Complimenti.

Manca poco più di un'ora a Roma-Milan.
Ho passato il giorno a lavorare per questo blog e nei prossimi giorni ai tavoli
ci sarà qualcosa di nuovo. O forse già c'è.

Roma.Milan.
Mi fermo a pensare che se la Roma vincesse sarebbe davvero bello.
Sarebbe davvero grande.
E se lo facesse con una magia del Capitano, forse impazzirei.
Mi riconosco in questi pensieri semplicemente più adulto.
Sono sempre uguali. Desideri di eroi, miracoli, vittorie.
Li porto con me anche verso i prossimi anni.
Come un prezioso tesoro da custodire.

La Domenica deve ancora cominciare.

A.

Nessun commento: