Sembra soltanto un gioco


Quando si parla di Calcio,
molti nasi s'alzano e vibrano:
Jupiter mozartiano,
complessa intersezione di possibili gradini verso il cielo,
procalama la sacralità del pensiero sferico.

e il naso elevatosi presuntuoso e altero
ne vien schiacciato.

La nostra passione
per le rotonde evoluzioni
e le rettangolari rivoluzioni
nello spaziobagliore
si manifesta incolume all'esser scostante
irriverente implume
del non amante.
Dinanzi alla meraviglia delle emozioni vissute
nelle ultime settimane
seguendo partite velenose di piacere
la pienezza del precario acceso
laddove
il minuto di recupero
comprime l'universo.

Al bar riflettevo così
dopo aver fumato.

Io, mai fumato.

No, non prenderò il vizio.
No, non ho mal di testa.

Sì, sono magro.

Mi lascio cadere su una sedia
per guardare
come un cliente.

Da qui si vedono i titoli dei giornali
serviti storti
sulle sedie.

Sembra carta soltanto.
Sembra soltanto un gioco.

A.

Nessun commento: