A Bari, un ritorno qualsiasi


Sono a Bari, dopo tanti mesi.
Felice di ritrovare i miei fratelli e i miei genitori,
la casa in cui sono cresciuto,
le strade, i negozi rimasti uguali.
L'aria umida.
E la triste desolazione che divora questa città
quand'è estate e anche quando estate non è
partendo dalle mani e dai piedi
fino al petto.


Sono venuto da solo
per il caldo e per i costi,
un Firenze Bari in treno
costa più di un Italia Inghilterra in aereo,
paradossi dello spaziotempo moneta.


Laurina mi manca, stamani è stato strano svegliarsi
e non attendere il suo abbraccio mattutino..
Ma torno presto, già domani sera tornerò da lei
che ora è la mia famiglia.


A.

1 commento:

lp ha detto...

Anche tu mi manchi tanto. Aspetto di riabbracciarti. E' un orologio piccolo, ma squagliato dal caldo.
Ti amo.
Laura