La fine di un grande amore


Tratto da Casa Sofia,
uno sfogo sincero.


è finito un amore ,amore perche per questo ho lottato ,ho creduto mi sono imposto anche troppo ,ma ora e finita.delle persone come noi hanno rovinato qualcosa in cui tante persone hanno creduto,su questo hanno giocato ,nei bar hanno discusso,perche l'avete fatto?
io 13 anni ho sempre creduto in questo amore lo coltivato fin dai primi passi con il mio fratellone ,nn solo la roma ma tutto il calcio ,conosco a memoria tutto, ho imparato a leggere e aconoscere il calcio alla pagina 201-202 e 244 ,nn sn mai andato al'olimpico a gridare insieme ai miei fratelli forza roma, non ho mai visto partite neanche in televisione perche nn avevo il decoder, le sentivo a cardiopalma alla radio. e oggi 25 luglio 2006 un grande amore è finito,un amore per cui ho lottato, facevo a pugni con miei amici pur di impormi dicevo forza roma ad lata voce e abbasso juve. sognavo milan in B, pensavo che era arrivato il momento. adesso galliani , solo a dire il nome mi viene ribrezzo e Ber... , lo stesso, staranno ridendo di noi, ex tifosi almeno per me. nn parlero piu di calcio con mio fratello e i miei amici, col barista e al parco, perche?perche sn distrutto e amareggiato. questo e un tifoso che aveva creduto nel c... nn voglio piu parlarne. questo però nn significa che continuero ad amare 2 colori giallo, come il sole, rosso, come er core mio.


L.

1 commento:

manuel ha detto...

Uno sfogo molto maturo il tuo, troppo forse :)
A 13 anni ricordo, ricordo benissimo, ho vissuto l'ultimo scudetto dell'inter, quello dei record ed è stato bellissimo.
Poi il nulla, qualche piccola soddisfazione ogni tanto e per la maggior parte delle volte era sempre un "vinceremo l'anno prossimo!".
Ricordo che amavo il calcio, vivevo di calcio, come te probabilmente.
Quello che sta succedendo ora nel calcio è una brutta cosa, un esempio da non seguire. Noi però sappiamo bene che il calcio non è quello delle aule giudiziare, non è quello dei diritti TV e non è quello dell'imbroglio.
Il calcio è quello che hai tu nel cuore, probabilmente è stato il tuo primo amore e se tu veramente lo ami farai di tutto per difenderlo, farai di tutto per spiegare agli altri come ci si sente quando si corre dietro ad un pallone e si esulta per un gol.
Chi ama il calcio come te, può solo fargli del bene continuando ad amarlo e difendendolo.
Dicono che l'onestà non paga, non è vero!
Oggi non festeggio lo scudetto numero 14 dell'inter, oggi festeggio il giusto riconoscimento all'onestà di una società che è stata sempre ai vertici del calcio, ma che per "strani" motivi non vinceva più.
Viva il calcio e viva l'onestà... sempre.
Un abbraccio ad una persona speciale.