Boxing one minute


Sbranato dalle mosche,
da voi mosche,
vorrei il buio.


Manca.
Il riposo, la quiete, l'ombra dal sole.
Nessuna difesa. Un minuto.


No, non sono disperato.
Anzi. Credo
fermamente di potere. Ancora. Potere.


Veniamo al dunque.
Devo dirti che così non mi butterai giù.
Così non manterrai la promessa.


Non ti sto sfidando. Non solo.
Ti chiedo di essere preciso,
di colpire precisamente me.


Io salto, ma sono lento. Trovo
i tuoi colpi.
Fai male, te l'assicuro, non basta.


Voglio che tu prosegua,
Ti offro la mia guardia stanca,
colpiscimi sul muso.


No, non rido, non posso ridere
di te. Sanguino se rido.
Mi fa bene, questo sì, guardarti.


Le mosche s'agitano,
farebbero bene ad andarsene.
Non le sopporto, no.


Perchè, perchè rallenti.
Eppure i primi colpi. Erano duri. Erano veri.
Non sei stanco, nè ti interessa cosa dico.


Ma indugi, scaltro.
Perchè le mosche guardano,
anche se non voglio, mi guardano.


Ora attento. Fingerò di barcollare,
poggerò in terra il ginocchio sinistro.
E ti guarderò dritto negli occhi. Silenzio.


Sorridi e mi dai le spalle, pazzo.
Allarghi le braccia, cosa vuoi.
Sono di nuovo in piedi.


Maledette mosche.
Zitte.
O vi staccherò le ali.


Cosa ne pensi, tu,
del buio. Non accetteresti mai.
Ti piace questo ronzio.


Bene, finalmente un colpo
assestato con l'attenzione.
Che mi aspetto. Cado.


Come han tuonato le mosche,
come un'unica mosca
straziata dal parto.


Quanto è durato tutto questo.
Un solo minuto, dici,
fai segno col dito.


Me l'avevi promesso.
Un minuto. E poi il buio.
Grazie, sul serio.


È dannatamente complicato
aspettare. Ma un minuto si può
aspettare.


Un'ultima cosa,
anzi no.
Basta così. Va bene così.


A.

4 commenti:

FulviaLeopardi ha detto...

molto bella, complimenti

manuel ha detto...

Ora ti puoi solo rialzare.
Menodieci :)
Un abbraccio.

Anonimo ha detto...

Solo chi ha conosciuto il dolore può raccontarlo così bene, il dolore.
Ti abbraccio,
Melitta

Antonio Sofia ha detto...

Grazie Fulvia, Manuel, Melitta.
Di vero cuore.
Tengo duro! :-)
Scrivere sapendovi lettori
è la straordinaria possibilità
di trovare qualcosa di bello
insieme!

A.